Fotografo di ritratto

Fotografia di ritratto intima

Il ritratto è stato il “genere” fotografico per eccellenza praticato dai primi pionieri della Fotografia. Prima di loro i pittori e gli scultori si sono occupati di rappresentare la figura umana. La pratica del ritratto, di fatto, esiste da quando esiste l’uomo che si è sempre confrontato con l’immagine di sé nel processo di narrazione della propria identità.

Abituati come siamo oggi a scattare, nel tempo di un battito di ciglia, un grande numero di foto, in particolare selfie, rischiamo di perdere il significato di un’attività che richiede tempo per portare alla luce, attraverso le espressioni del viso, i gesti e il modo di muoversi nello spazio, l’individualità, le emozioni e le relazioni tra le persone.

Per questo, oltre alla fotografia di matrimonio e alla fotografia documentaria di famiglia, ho deciso di occuparmi anche di fotografia di ritratto di singoli e coppie per offrire a coloro che stanno vivendo una fase della vita nella quale desidererebbero dedicare più tempo a loro stessi e sperimentare un percorso di indagine dell’immagine di sé, mediata e rappresentata dal punto di vista di una terza persona: un fotografo. 

In alcune parti del mondo si pensa che la fotografia abbia tratti magici. Si crede che scattare fotografie possa rubare l’anima della persona che viene ritratta. Per questo molte persone non amano farsi ritrarre. In effetti l’atto fotografico (anche il più delicato) inevitabilmente invade lo spazio dell’altro ed essere ritratti, potrebbe suscitare una sensazione di invasione, di deprivazione. 

Parlo di fotografia “intima” in quanto l’intento è quello di creare un’atmosfera che possa favorire, se non un  disvelamento di quella che potrebbe essere definita l’essenza della persona fotografata (ambire al quale sarebbe forse un po’ velleitario), almeno suscitare in lei sensazioni positive. E magari rendere l’esperienza utile a generare immagini il più possibile autentiche nelle quali possa riconoscersi o scoprire aspetti di sé fino a quel momento non emersi.

Come si svolge una sessione fotografica di ritratto

La prima considerazione che mi viene da fare quando penso a quella che chiamo Fotografia di ritratto intima è che si tratta di un’occasione, frutto della scelta consapevole, di dedicare uno spazio a sé stessi, sottratto alla quotidianità nella quale siamo tutti immersi e che spesso ci porta lontano da noi stessi. La scelta di vivere un’esperienza di connessione con se stessi.

Penso che l’elemento chiave per realizzare un ritratto in grado di rappresentare la persona (o la coppia) che sto ritraendo, e creare un’immagine nella quale essa si possa riconoscere, sia la relazione. Quest’ultima naturalmente è importante anche quando si tratta di fotografia di matrimonio o fotografia di famiglia ma, a mio avviso, è nella dimensione del ritratto, che prevede un rapporto di uno a uno, che assume la massima importanza.

Altro aspetto fondamentale la location. In genere i servizi vengono ambientati in luoghi “significativi” per la persona che verrà ritratta. Luoghi che trasmettono un’energia positiva e un senso di tranquillità tali da permetterci di guardarci negli occhi…, anche se io sono nascosto dietro una fotocamera :).

I servizi che realizzo:

  • iniziano ben prima del giorno della sessione fotografica vera e propria; 
  • non durano mai meno di mezza giornata;
  • vengono ambientati in luoghi “familiari”.

Cosa faremo prima e durante la sessione fotografica di ritratto

Come dicevo in uno dei punti qui sopra, le sessioni fotografiche iniziano prima del giorno in cui verranno realizzati gli scatti. Credo sia importante dedicare tempo alla conoscenza reciproca in una fase antecedente, attraverso uno o più incontri telefonici, videocall o meglio ancora di persona.

Il giorno degli scatti trascorreremo alcune ore insieme, in genere circa una mezza giornata, durante la quale interagiremo costantemente e condivideremo un’esperienza nella quale la persona ritratta avrà l’occasione di provare a esprimere sé stessa nella maniera che le è più congeniale. Attraverso lo sguardo, il movimento, l’espressione corporea, il gioco e qualsiasi altra attività (o inattività) in grado di far affiorare gesti ed espressioni il più possibili autentici e propri di una personalità unica.

Cosa indossare

A differenza di altre occasioni fotografiche, in questo caso non mi sento di suggerire alcuna linea di condotta. Sono certo che colei/colui o coloro che sceglieranno di realizzare una servizio fotografico di ritratto intimo con l’approccio che ho descritto finora, non avranno necessità di alcun suggerimento per scegliere l’abito più adatto da indossare in questa occasione.

La sessione fotografica di ritratto comprende

  • sessione fotografica di circa 4 ore in interni ed esterni;
  • selezione e postproduzione delle immagini realizzate;
  • creazione di una fotogallery consultabile online contenente i provini digitali delle fotografie realizzate;
  • consegna via web o pen drive delle fotografie scelte in alta risoluzione.

Potrai scegliere di arricchire il Pacchetto Base grazie a:

  • stampe fotografiche di piccolo formato di tutti gli scatti con la possibilità di inserirle in un box dedicato;
  • ingrandimenti degli scatti che preferisci su carta fotografica, tela e altri materiali con la possibilità, a seconda del prodotto scelto, di inserirli in passpartout in cartoncino rigido e incorniciarli oppure montarli su telaio in legno.

Se desideri approfondire e creare insieme una sessione fotografica su misura per te, scrivimi un messaggio Whatsapp, telefonami al 338.7432119 o compila il form che trovi qui sotto. 

Spero di sentirti presto.

WeCreativez WhatsApp Support
Se desideri maggiori info e per iniziare a conoscerci, scrivimi un messaggio Whatsapp
👋 Ciao, come posso aiutarti?